Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Cistiti dopo i rapporti: perché?

Cistiti dopo i rapporti

Spesso ci si riferisce alle infezioni delle vie urinare con il termine generico "cistite". Non è corretto: la cistite è una delle tante tipologie di infezioni delle vie urinarie, quella che colpisce la mucosa della vescica. Causata in genere da un batterio intestinale come l'Escherichia Coli, che risale fino alla vescica attraverso l'uretra, la cistite è più frequente nelle donne, nelle quali l'uretra è particolarmente corta e gli organi genitali vicini all'ano. Per alcune persone, in particolare donne, le infezioni urinarie e le cistiti in particolare sono disturbi davvero molto ricorrenti. Ma perché? Esistono alcune condizioni che predispongono a queste infezioni: ad esempio fattori genetici legati alla mancata o scarsa produzione di alcune sostanze chimiche protettive oppure caratteristiche anatomiche o condizioni patologiche che ostacolano il normale flusso urinario. Tra queste, la presenza di calcoli, di stenosi (restringimenti) delle vie urinarie oppure, nell’uomo, l’ipertrofia prostatica.

Quanto conta la lubrificazione vaginale

Una causa di cistiti ricorrenti nella donna sono spesso i rapporti sessuali. Secondo studi, la cistite che compare dopo un rapporto sessuale riguarda il 4 per cento dei casi e si manifesta in genere tra le 24 e le 72 ore dopo. Oggi sappiamo che su dieci cistiti che si ripetono più volte nella vita, sei sono di questo tipo. Ma qual è la causa? La vicinanza con la vagina rende la vescica sensibile ai traumi meccanici durante il rapporto sessuale, specie se la lubrificazione non è sufficiente. Non solo: la probabilità di sviluppare una cistite dopo un rapporto sessuale pare quadruplicarsi se la donna ha una secchezza vaginale. In questi casi la cistite si associa a dolore vulvare. Il punto è che in questi casi ci troviamo di fronte a un circolo vizioso: il dolore infatti inibisce il riflesso della lubrificazione vaginale associata all’eccitazione e questo può aumentare traumatismi e quindi la possibilità di sviluppare cistiti, e dunque il dolore stesso.

L'importanza delle creme topiche

Oggi le terapie delle cistiti sono numerose, e consentono alle donne di non dover dire addio all'intimità sessuale con il compagno. Ma non solo: oltre ai rimedi specifici contro infezione e infiammazione, che devono essere prescritti dal medico, esistono prodotti che possono coadiuvare la guarigione agendo sui disturbi quali bruciore, dolore e secchezza vaginale connessi a scarsa lubrificazione e a cistiti. Un aiuto a questo proposito viene dalle creme topiche a base di ingredienti naturali come l'acido ialuronico: questo e altri principi migliorano infatti l’elasticità e il tono dei tessuti vaginali favorendo il ripristino di un ambiente umido e lubrificato.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.