Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Come cambia la vagina con l’età

Come cambia la vagina con l'età

È inevitabile: quando non si è più giovani il corpo è meno efficiente. Per le donne, questo significa problemi genitali: secchezza vaginale, talvolta dolori durante i rapporti e modificazioni anatomiche e fisiologiche degli stessi organi sessuali, con ricadute importanti sull’intimità di coppia. In menopausa infatti la carenza di estrogeni è frequente causa di secchezza vaginale dovuta a una riduzione della naturale lubrificazione. Si stima in particolare che una donna su due sperimenti questo problema attorno ai cinquant’anni, e il dato raggiunge l’80 per cento superati i sessant’anni. Purtroppo però il dolore sperimentato durante una penetrazione non facile a causa della secchezza inibisce il riflesso della lubrificazione, e così si verifica un circolo vizioso. In alcuni casi può essere presente anche il Lichen sclerosus, una dermatite di allergica che anch’essa è causa di secchezza, con conseguente irrigidimento della pelle circostante.

Le trasformazioni del corpo femminile

Una delle modificazioni più tipiche con l’invecchiamento è inoltre la vaginite atrofica, che causa irritazione e dolore. Il drastico calo di ormoni produce infatti un progressivo assottigliamento dei tessuti delle pareti vaginali ma anche della vulva. Così oltre alla secchezza si possono verificare perditeprurito. Non solo: la capacità di avere rapporti piacevoli può essere compromessa anche dalla riduzione delle dimensioni della vagina stessa, che può subire un accorciamento e un restringimento. Con l’età inoltre si riduce sensibilmente l’acidità delle secrezioni, il che aumenta la possibilità di infezioni vaginali. Non a caso disturbi come la cistite sono più frequenti nelle donne anziane o comunque dopo i cinquant’anni. Non è tutto: le alterazioni biochimiche della menopausa possono produrre uretriti atrofiche e persino una riduzione delle dimensioni del clitoride.

Le terapie sostitutive non ormonali

Ovviamente oggi è possibile fare molto per prevenire questi problemi e garantire una vita sessuale attiva anche oltre la quinta decade di età. Se da un lato la terapia ormonale sostitutiva previene o riduce molti di questi problemi, esistono oggi soluzioni naturali in grado di coadiuvarla o sostituirla del tutto. Al di là del fondamentale parere medico, è giusto sapere infatti che le terapie non estrogeniche a base di principi attivi naturali come l’acido ialuronico e gli estrattive vegetali contribuiscono a prevenire o a tenere sotto controllo sintomi come secchezza e irritazione vaginale.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.