Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Come curare i tagli vicino alle unghie

Proteggere le mani

Capita frequentemente di procurarsi piccole ferite sulle mani. A volte è il freddo, a volte sono i lavori manuali e dunque lo stress a cui sottoponiamo le nostre dita. Certo è che in ogni caso piccole fessurazioni e ragadi vicino alle unghie sono qualcosa a cui siamo un po' tutti abituati. Spesso, chi ha il vizio di mangiarsi le unghie e di strapparsi le cuticole che circondano le unghie può anche vedere uscire del sangue e rischiare infezioni. Di fatto le ragadi alle mani sono veri e propri taglietti frequenti proprio sulla punta delle dita, dove la pelle è sottoposta a stress fisici e dove è più spessa e meno elastica. Spesso dolorose, queste ferite in prossimità dei polpastrelli e delle unghie sono sottoposte all’azione degli agenti atmosferici. Teniamo presente che tra i fattori che possono favorire la loro insorgenza ci sono anche le alterazioni del normale film idrolipidico dovute, ad esempio, all'uso di detergenti aggressivi, sostanze chimiche e traumi da sfregamento. In molti casi, alle ragadi sulla punta delle dita e attorno alle unghie si accompagna l'arrossamento delle mani. Nonostante possono anche essere una conseguenza di dermatite atopica, eczemi cronici e di psoriasi, nella maggior parte dei casi si tratta di un disturbo del tutto innocuo benché fastidioso. 

Facilitare la cicatrizzazione 

Ricordiamoci però che la pelle integra ha un’importante funzione di barriera nei confronti del mondo esterno: ci protegge infatti dalle infezioni. Tuttavia la cicatrizzazione, risposta del nostro organismo per ripristinare l’integrità della pelle, può non essere semplice. È pertanto utile, specie quando le ragadi alle mani sono localizzate in prossimità della punta delle dita e delle unghie, favorire il processo di autoguarigione della cute per ridurre il rischio di infezioni. Oggi alcuni prodotti in commercio danno una mano, specie se contenenti principi attivi naturali come il colostro e l'acido ialuronico: grazie alle proprietà antinfiammatorie di quest'ultimo e rigeneranti del primo, creme cicatrizzanti di questo tipo riescono ad accelerare la guarigione riducendo il fastidio e i bruciori in modo naturale. 

Proteggiamo le nostre mani! 

In ogni caso alcuni soggetti dovrebbero ricordare l'importanza di proteggere le mani, veicolo principe di batteri. Se con il freddo i guanti sono ottimi per preservare l'integrità della pelle, per i lavori domestici - specie se a contatto con agenti chimici aggressivi - è buona norma dotarsi di guanti specifici. Ovviamente questo è a maggior ragione fondamentale per chi svolge professioni a contatto con prodotti irritanti: parrucchieri, estetiste, ma anche operai e verniciatori per i quali del resto l'obbligo di indossare guanti e dispositivi specifici di protezione individuale è sancito dalla legge. Ovviamente quando le ragadi sulle mani si infettano occorre vedere sempre il medico, che prescriverà anche pomate antimicotiche o antibiotiche da associare a quelle cicatrizzanti.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.