Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Contro la stitichezza, i lassativi osmotici

Contro la stitichezza, i lassativi osmotici

L’intestino è rallentato? Occorre rimetterlo in funzione? Se la stipsi è transitoria alcune accortezze possono dare una mano. Laddove il problema persiste è invece sempre importante sentire il medico. Come prima cosa ricordiamoci di mantenere una buona idratazione: tre litri d’acqua giornalieri sono indispensabili al nostro organismo per funzionare bene. Quanto agli alimenti, iniziamo la giornata con una colazione ricca priva però di prodotti da forno industriali. Piuttosto, preferiamo cereali integrali e frutta: kiwi e prugne in particolare sono ricchi di fibre di grande aiuto. Proprio queste ultime, ottime sia fresche che in forma essiccata, non contribuiscono soltanto a ridurre la stitichezza, ma aiutano a controllare il colesterolo. Evitiamo i cibi salati e ricchi di grassi saturi e abbondiamo con insalata o verdure fresche che saziano e idratano l’organismo. Quanto alla pasta e al pane, meglio ovviamente integrali. L’olio extra vergine di oliva a crudo è decisamente meglio del burro in quanto ricco di vitamina E, che è anche antiossidante. 

Cosa sono i lassativi osmotici 

A volte i lassativi sono una scelta quasi indispensabile, in caso di stitichezza transitoria. Attenzione però a quali scegliere. Da più parti emerge come a quelli tradizionali siano preferibili i lassativi osmotici. Una volta giunti a livello intestinale, questi prodotti sono in grado di richiamare grandi quantità di acqua, conferendo così alle feci una consistenza semisolida. Tra i più comuni ci sono quelli a base di sali di magnesio e le soluzioni di lattulosio, tuttavia anche molti altri principi attivi naturali dimostrano grande efficacia. I lassativi a base di estratti di tamarindo e frangola sono in grado, ad esempio, di agire sia sul transito e sulla motilità dell’intestino che sull’eliminazione dei gas che spesso accompagnano la stitichezza. 

Miglioriamo i movimenti intestinali 

Accanto a cibo, acqua e prodotti naturali, possiamo trovare sollievo anche grazie ad alcuni integratori. I migliori sono quelli a base di fibra solubile di psyllium, da assumere sempre con abbondante acqua: migliora il transito intestinale specie se in combinazione con integratori alimentari a base di fibre. Un ottimo rimedio, ancora una volta naturale, è costituito infine i semi di lino: a contatto con l’acqua, formano nello stomaco una sorta di poltiglia che ammorbidisce le feci e ne aumenta il volume. Ricordiamoci infatti che l’aumento di volume delle feci, opportunamente idratate, stimola la peristalsi, ovvero i movimenti intestinali, e quindi favorisce una più agevole espulsione delle feci riducendo tra l’altro il rischio di emorroidi.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.