Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Diarrea da antibiotici, prevenire e curare

Diarrea da antibiotici prevenire e curare

È forse l’effetto indesiderato più noto e tipico durante una terapia antibiotica: la diarrea. Spiacevole anche se tendenzialmente innocua, questa conseguenza del tutto transitoria è causata dal fatto che, per neutralizzare i batteri nocivi, l’antibiotico agisce su tutti quelli che incontra nel tratto gastrointestinale, anche quelli già presenti nell’intestino e che svolgono un’azione fondamentale per il nostro organismo e la digestione. Lactobacilli e bifidobatteri, con una concentrazione di diversi miliardi per grammo di contenuto intestinale, formano un ecosistema che impedisce l’eccessiva crescita di specie patogene sottraendo ad esse il nutrimento. Lo squilibrio che si crea in questo ecosistema a contatto con gli antibiotici, detto disbiosi, produce problemi gastrointestinali come appunto la diarrea, trattabile con un’adeguata integrazione di simbiotici ossia fermenti lattici vivi probiotici e fibra prebiotica, oltre che con una dieta e una corretta reidratazione. Importante anche un’integrazione a base di fibre: ottima quella di psyllium. Fibra prebiotica, ha la capacità di apportare un fondamentale nutrimento alla microflora intestinale.

Reidratare e proteggere l’intestino

L’impiego concomitante di simbiotici può prevenire infatti la diarrea da antibiotici. Numerosi studi su adulti e bambini hanno ormai chiarito il meccanismo di azione per cui i probiotici assunti in combinazione con gli antibiotici sono in grado di ridurre, in un numero elevato di casi, l’incidenza della diarrea provocata da questi ultimi. L'introduzione di simbiotici in aggiunta agli antibiotici può avere un impatto immediato sui pazienti. Certo però tutto questo non basta: occorre anche una dieta adatta, durante la terapia. Ad esempio è dimostrato che alcuni antibiotici non devono essere assunti insieme ai latticini. Il motivo? Potrebbero formare dei composti non assorbibili con il calcio. Sono invece del tutto da evitare caffè, tè e alcolici ma anche il cioccolato, cibi fritti, pomodori, formaggi grassi e salumi. Preferiamo invece alimenti dalle proprietà antidiarroiche come il riso, che è ricco di amido, e facciamo attenzione a seguire le indicazioni del medico a riguardo del momento dell’assunzione: alcuni antibiotici vanno presi prima dei pasti, altri dopo.

Cosa scegliere in farmacia

Nella maggior parte dei casi la diarrea da antibiotici si risolve con una buona reidratazione, che serve per ripristinare i liquidi persi: beviamo quindi molto. Quanto ai farmaci sintomatici, può essere utile l’assunzione di prodotti – sotto consiglio medico – in grado di bloccare le scariche specie quando ci troviamo nell’impossibilità di trovare un bagno. Si tratta comunque di prodotti da assumere al bisogno e solo per un breve tempo: se il disturbo persiste bisogna sempre sentire il medico.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.