Se stai Bene si Vede

Tutti i consigli di Nathura per stare bene e vivere meglio

Dieta in quarantena: cosa mangiare?

In questo periodo, dovendo rimanere tra le mura di casa, la fame dà noia o quella nervosa sono, purtroppo è dietro l’angolo. Le tentazioni dei comfort food risultano più che mai irresistibili! Per questo mantenere una dieta equilibrata in quarantena è fondamentale, non solo per le conseguenze sulla linea ma soprattutto per lo stato di salute generale, tanto più in presenza di patologie pregresse.

Il benessere generale passa anche dal benessere del nostro intestino (definito il “secondo cervello”): sedentarietà, stress e i nuovi stili di vita rischiano di compromettere la sua naturale regolarità,causando disturbi quali stitichezza, dolore addominale e difficoltà di evacuazione. Rivedere la dieta giornaliera, per prendersi cura della flora batterica intestinale e del fisiologico transito intesinale, apportando la corretta quantità di fibre e assumendo almeno due litri di acqua al giorno.

DIETA PER LA REGOLARITA' INTESTINALE

Quali alimenti inserire nei nostri piatti? Per un corretto apporto di fibre giornaliero ricordatevi di consumare ortaggi e verdure (carciofi, cavoli, carote, melanzane), legumi e frutta (mele, pere, kiwi, frutti di bosco, uva passa e fichi). Assumere fibre attraverso un'alimentazione corretta migliora l’apporto di minerali importantissimi come il potassio e il magnesio. Se l’apporto giornaliero di fibre non è sufficiente, può essere utile integrare Psyllogel Fibra: la fibra di psyllium può essere un ottimo rimedio per la stitichezza occasionale e cronica. Sciolta in acqua, è in grado di formare un gel capace di rimettere in moto la regolarità, ma senza irritare l'intestino.

SUGGERIMENTI DALLA SOCIETA' ITALIANA DI NUTRIZIONE UMANA

Suggerimenti utili per una sana alimentazione durante l’isolamento sociale arrivano dalla SINU. Eccoli:

  1. Per evitare un aumento di peso, porta in tavola solo quello che hai deciso di mangiare, serviti una porzione “giusta” di ogni portata e non aggiungere altro, riduci il consumo di bevande zuccherate e di altri prodotti ricchi di zuccheri, evita l’abuso di sale e di condimenti ricchi di grassi.
  2. Soprattutto consuma almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, fonti di minerali e vitamine (particolarmente vit. C e vit. A) utili a rafforzare le difese immunitarie e la protezione delle vie respiratorie.
  3. Sforzati di mantenere una regolare sia pur limitata attività motoria, ad es. cyclette, tapis roulant, ma anche ginnastica a corpo libero 1 o 2 volte al giorno e cerca se possibile di esporre ogni giorno braccia e gambe al sole per 15-30 minuti per favorire la sintesi endogena di vitamina D.
  4. Rifletti che la necessità di restare a casa e in famiglia può essere un’opportunità per dedicare maggiore attenzione e un po' più di tempo alla preparazione di cibi più salutari e più gustosi, nel rispetto delle nostre tradizioni mediterranee: ne gioveranno la salute, ma anche l’umore.
  5. Non assaggiare durante la preparazione dei piatti e non mangiare mai in piedi e frettolosamente, ma apparecchia ogni volta la tavola: dedica tempo alla convivialità nei pasti perchè momento di aggregazione con la famiglia e di utilità per incoraggiare i ragazzi ad avere ogni giorno un’alimentazione varia, ricca di frutta, verdura e legumi, fornendo loro il buon esempio.
  6. Fai in modo che i bambini ti aiutino nella preparazione del cibo: in questo modo eviterai la noia e i capricci ed è sempre più divertente e più facile mangiare ciò che si è scelto e si è aiutato a preparare.

FONTI:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioNotizieNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4262

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.