Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Emorroidi e dieta: quali cibi scegliere?

Emorroidi e dieta: quali cibi scegliere?

Le emorroidi sono cuscinetti vascolarizzati che si formano nel retto e attorno all’ano. A seconda che coinvolgano il plesso venoso emorroidario superiore oppure quello inferiore si distinguono in interne ed esterne. L’infiammazione e congestione di queste vene e la conseguente formazione di emorroidi è un disturbo piuttosto diffuso che riguarda soprattutto gli uomini oltre i quarant’anni, specie quelli che costituzionalmente presentano debolezza e ridotta elasticità delle pareti venose o che sono affetti da alcuni problemi circolatori. Tuttavia anche i fattori ambientali contribuiscono notevolmente: alimentazione eccessiva e disordinata, dieta povera di fibre, gravidanza e attività sportive pesanti. Dal punto di vista terapeutico è possibile facilitare la detumescenza applicando creme con principi attivi lenitivi e idratanti a base di acido ialuronico.

Come si curano le emorroidi

È però sicuramente la stitichezza uno dei fattori che maggiormente facilitano la formazione di emorroidi: l’alimentazione di chi ne è predisposto dovrà quindi essere particolarmente attenta. Occorrerà pertanto introdurre una giusta quantità di fibre: quando si è stitici, lo sforzo durante la defecazione tende infatti a peggiorare la sintomatologia. Fondamentale quindi prediligere cereali integrali, legumi, verdura e frutta: in particolare queste ultime contengono flavonoidi, vitamine A, C, E, il complesso B e lo zinco che influiscono positivamente sull’integrità della parete venosa, riducendo la tendenza alla formazione di emorroidi e i sintomi a esse correlati come bruciore, dolore e prurito.

L'alimentazione contro le emorroidi

È importante inoltre consumare pasti leggeri con abbondante assunzione di acqua (almeno un litro e mezzo, due litri al giorno): assieme alle fibre, essa contribuisce infatti alla formazione di feci morbide e facilmente evacuabili. Oltre a frutta e verdura, sono raccomandati alimenti come avena, brodo di carne, barbabietola rossa, pomodori, castagne, cavolo, uova, porro, salvia e yogurt. Le ricette da prediligere sono quelle più semplici e meno elaborate. E per quanto riguarda i cibi da evitare? Da eliminare, se possibile, sono quegli alimenti che possono aumentare lo stato infiammatorio e rendere le feci più dure: i cibi speziati o piccanti, formaggi stagionati, insaccati, crostacei, cioccolato, superalcolici e alte dosi di caffè. Può inoltre essere utile limitare l’assunzione di alimenti fortemente trasformati, ad esempio quelli da fast food: molti di questi cibi sono infatti particolarmente poveri di fibra. Anche le bevande gassate, così come i cibi molto grassi, fritture, salse, aglio e cipolla e alcune verdure come melanzane e ravanelli possono influire negativamente sulla salute delle vene emorroidarie.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.