Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Il segreto per una vita sana? Seguire il vostro bioritmo!

Image

Tutti gli organismi viventi rispondono a periodi ciclici che regolano la loro vita. Neanche gli esseri umani fanno eccezione: esiste addirittura una branca della biologia chiamata cronobiologia che analizza il modo di adattarsi ai ritmi del sole e della luna. Se però questi ritmi vengono disturbati è possibile che si creino degli squilibri davvero fastidiosi per il corpo.

Ma cosa sono effettivamente i ritmi biologici?

Durante il giorno la fase ergotropica aumenta il metabolismo e l’organismo ha più energia per far fronte alle attività di ogni giorno.

Durante la notte la fase trofotropica permette invece al corpo di riposare, rigenerare l’energia  e ricostruire sistema immunitario e cellule danneggiate.

È possibile suddividere tutta la giornata in fasi legate al bioritmo: e in base ad esse potete fare determinate attività o consumare i cibi più adatti.

Partiamo quindi dalle 6:00 del mattino alle 9.30: sapevate che già dall’alba il corpo secerne due enzimi chiamati proteasi e lipasi molto utili al corpo? Non solo: in questa fase, è meglio nutrirsi con zuccheri complessi a colazione, per evitare di essere assaliti dalla fame nel resto della giornata. Consumate quindi, frutta fresca e secca, fibre e carboidrati integrali. Mai saltare la colazione!

Dalle 10.00 in poi fino alle 14.00 circa, vengono secreti amilasi e proteasi, due enzimi che aiutano a scomporre gli amidi e l’insulina, che porta gli zuccheri verso i tessuti. Per questo motivo è meglio mangiare prima delle 13.00 verdure, frutta, proteine  e amidi.

Nel pomeriggio c’è il cosiddetto picco insulinico e grazie ad una merenda si aiuta il cervello ad arrivare a fine giornata. Niente proteine, meglio glucidi lenti come gelato o frutta.

Dalle 18.30  si riduce la produzione di cortisolo. La cena andrebbe fatta entro le 19.30: ricordate però che è meglio non consumare carboidrati che in questa fase non vengono usati ma solo accumulati.

Dalle 21.00 alle 24.00 il corpo inizia a produrre melatonina: inoltre alle 22.00 si fermano i movimenti intestinali. È questo il motivo per cui cenare troppo tardi fa male e i cibi non vengono ben digeriti.

Infine dalle 2.00 si secerne l’ormone della crescita, che combatte l’invecchiamento e favorisce il recupero.

Rispettando questi ritmi, la salute sarà assicurata!

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.