Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Inquinamento: i danni alla pelle

Image

L’inquinamento non è causa solo di problemi alle vie respiratorie: anche la pelle patisce le conseguenze di una cattiva aria. Gli effetti dello smog sulla cute possono essere sia diretti, cioè provocati dal contatto dell’inquinante, ma anche indiretti attraverso le modificazioni del clima indotte da alcune sostanze. Particolarmente pericolosi sono gli inquinanti atmosferici emessi dal traffico automobilistico, dal riscaldamento domestico e, in misura ancora maggiore, dagli insediamenti industriali. Le patologie cutanee più comuni tra quelle prodotte dall’inquinamento atmosferico sono le dermatiti di tipo irritativo e allergico. Ma non è tutto qui: anche patologie cutanee frequenti come la dermatite seborroica, acne, disidrosi, dermatite atopica e dermatiti infettive possono essere aggravate dall’inquinamento atmosferico.

Pelle chiara, pelle vulnerabile

Alcune persone in particolare devono prestare attenzione all’inquinamento e ai danni che questo può provocare alla pelle. Prime tra tutte quelle con un fototipo I e II, ovvero i soggetti con capelli chiari e rossi, pelle chiara e lentiggini. Queste persone sono, infatti, molto sensibili al contatto diretto con gli inquinanti ma, soprattutto, alle modificazioni climatiche indotte dall’inquinamento, prima tra tutte la riduzione dello strato di ozono con il conseguente aumento di raggi ultravioletti. Importante per loro, come per chiunque viva in luoghi particolarmente inquinati, prestare attenzione alla detersione della cute, in particolare quella del volto con latti detergenti adatti e sufficientemente delicati da non alterare ulteriormente la barriera cutanea. Sono indicate le creme idratanti ad attività lenitiva ed emolliente, in modo particolare in chi è predisposto alla dermatite atopica. Fondamentale la protezione dai raggi ultravioletti sia mediante schermi fisici (vestiti adeguati durante le giornate di sole) che chimici, con l’uso di creme solari.

Attenzione a… trucco e parrucco

Non va dimenticato che l’inquinamento colpisce la pelle, ma anche i capelli. Questi non sono in grado di assorbire lo smog ma lo attraggono facilmente. Le polveri sottili infatti, trattenute dai capelli, possono arrivare senza difficoltà al viso aggredendone la pelle. Chi vive in luoghi particolarmente inquinati dovrebbe, quindi, lavarsi i capelli anche tutti i giorni e può farlo senza rischi usando shampoo per lavaggi frequenti e poco schiumogeni. Attenzione, infine, al make up: un trucco a base di sostanze grasse attira le polveri sottili e aumenta la capacità della pelle di assorbirle. Senza trucco la pelle si difende meglio: se asciutta, le polveri sottili scivolano via e la naturale desquamazione ne favorisce l’eliminazione.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.