Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

La posizione migliore per dormire la notte

La posizione migliore per dormire la notte

Il dottor Steven Park nel suo libro “Sleep, Interrupted” sostiene che la qualità del sonno non incide soltanto sulla nostra mente, ma anche sul nostro corpo. Assumere una cattiva posizione durante la notte può avere, infatti, nel lungo periodo ripercussioni sulla nostra salute.Secondo il dr. Park alcune delle conseguenze di una postura sbagliata sul nostro corpo possono essere: mal di testa, fatica, apnea del sonno e bruciore di stomaco. È bene, quindi, conoscere quali sono le principali posizioni che il corpo tende ad assumere durante il sonno e provare a porre rimedio se quella assunta non è adatta alle esigenze del nostro corpo.

Qual è allora la migliore posizione per dormire la notte? Ecco di seguito i nostri consigli:

Posizione supina

Oltre a essere la posizione assunta dalla maggior parte della popolazione, è anche la migliore da assumere per il benessere della colonna vertebrale. Dormire a pancia in su con le braccia lungo i fianchi evita tensioni al tratto cervicale e emporomandibolare che, al risveglio, causano il mal di schiena. La posizione supina contrasta, inoltre, il reflusso gastroesofageo. Il nostro consiglio per chi tende a dormire sulla schiena è di utilizzare un cuscino basso per la testa e di provare a dormire con un secondo cuscino sotto le ginocchia per agevolare la colonna vertebrale e mantenere una naturale curva della schiena.

Posizione prona

È la posizione meno favorevole per il benessere del nostro corpo e soprattutto della nostra schiena. Dormire a pancia in giù causa una compressione dello stomaco, che causa il reflusso gastroesofageo, e dello sterno che spesso provoca russamento. Inoltre, dormire a pancia in giù costringe a girare la testa poggiandola sul cuscino in posizione non naturale e creando tensione nel tratto cervicale. Ecco perché chi tende a dormire in questa posizione spesso si sveglia con un forte mal di schiena. In generale consigliamo di evitarla, ma se non si dovesse riuscire a correggerla, il nostro consiglio è quello di mettere un cuscino sotto la pancia e l’inguine per favorire un allineamento della curva vertebrale.

Posizione di lato

La posizione fetale, pur non essendo consigliabile come la posizione supina, può essere d’aiuto per dormire bene in diverse circostanze. Ad esempio se si soffre di reflusso, bruciori allo stomaco o di acidità, anche se in questa circostanza è meglio preferire il lato sinistro a quello destro. La posizione di lato è consigliabile anche in gravidanza, soprattutto negli ultimi mesi di gestazione in cui il peso della pancia diventa maggiore. Il nostro consiglio per le future mamme è di utilizzare anche un cuscino sul fianco dietro la schiena per trovare maggiore conforto durante il sonno. Infine, se si soffre di apnee notturne o russamento dormire sul fianco può essere d’aiuto. Il nostro consiglio in questo caso è quello di utilizzare un cuscino alto per portare il naso in linea con lo sterno e la testa in linea con il corpo.

Oltre alla posizione assunta ricordiamo infine che per dormire bene bisogna fare attenzione a molti aspetti, come ad esempio scegliere un buon materasso e un cuscino ortopedico, dormire in una stanza confortevole in cui la temperatura non superi i 20 gradi, evitare l’utilizzo di pc o tablet prima di dormire o ancora evitare fonti di luce che possano disturbare il sonno.

Qual è allora la vostra posizione migliore per dormire la notte?

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.