Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Metabolismo lento? Ecco che fare

Metabolismo lento? Ecco che fare

Vogliamo perdere peso ma non riusciamo? Oppure semplicemente vorremmo un metabolismo più attivo? Se anche quando cerchiamo di bruciare i grassi in eccesso il nostro corpo sembra “bloccarsi” è perché abbiamo un metabolismo lento. Molto però possiamo fare per riattivarlo, con l’alimentazione e qualche integratore. A volte già eliminando alcuni cibi e introducendone di nuovi possiamo migliorare la situazione. Dovremmo iniziare già dal mattino, consumando una buona colazione, per poi proseguire la giornata evitando periodi di digiuno: cerchiamo cioè di rompere i periodi tra un pasto e l’altro con qualche spuntino sano. Ricordiamoci infatti che se lasciamo passare troppo tempo tra i pasti l’organismo tenderà a rallentare il funzionamento metabolico per fronteggiare la temporanea carenza di nutrienti. In linea generale dovremmo quindi prevedere cinque pasti giornalieri: dopo la colazione un primo spuntino, poi il pranzo, quindi la merenda pomeridiana e poi una cena leggera a distanza di un paio d’ore dal momento in cui andiamo a dormire.

I cibi che attivano il metabolismo

Quanto alla scelta dei cibi, puntiamo tutto su pesce, uova, carni magre e bianche, legumi come ceci, lenticchie e soia, frutta fresca e a guscio, tanta verdura e come condimento olio extravergine d’oliva. A questi cibi possiamo aggiungere qualche integratore capace di dare una mano al metabolismo assopito: una sostanza utile è la berberina, che si ricava principalmente dalla corteccia e dalla radice della Berberis aristata. Sono sempre più apprezzati oggi anche il caffè verde decaffeinato, ovvero prima della torrefazione e quindi ancora ricco di antiossidanti, ma anche il tè verde e le tisane depurative ricche di stimolanti come ginseng o rodiola.

Cosa eliminare, cosa incrementare

Al contrario, occorrerebbe ridurre al minimo il consumo di cibi a base di farina bianca, zucchero e dolcificanti, carni rosse, grassi idrogenati, verdure in scatola, latte vaccino, caffè e alcolici. Importante poi mantenersi idratati: beviamo almeno due litri di acqua al giorno. Una curiosità: anche il freddo stimola il metabolismo così come il giusto riposo. Concediamoci quindi pause rilassanti, dal momento che lo stress è un nemico che a lungo andare tende a rallentare notevolmente il metabolismo. Un buon aiuto per scaricare l’ansia è l’attività fisica, essa stessa utile ad attivare le funzioni metaboliche. Alleniamoci due o tre volte la settimana, alternando corsa lenta a esercizi muscolari: aumentando la massa muscolare ed eliminando quella grassa attiveremo il metabolismo e contribuiremo a un aumento del consumo calorico.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.