Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Piaghe da decubito: prevenzione e trattamento

Piaghe da decubito: prevenzione e trattamento

È un problema ben noto a chi assiste persone immobilizzate a letto, anziani e malati: le piaghe da decubito sono gravi ulcerazioni della cute prodotte proprio dalla posizione allettata o seduta mantenuta a lungo. L’immobilità riduce infatti la circolazione del sangue limitando il passaggio di ossigeno e di nutrienti causando una progressiva morte dei tessuti con la conseguente formazione delle ulcere. Tendenzialmente le aree del corpo più a rischio di lesioni sono quella attorno all’osso sacro, i piedi e in particolare i talloni e l’area vicino alle ossa del bacino. Naturalmente il rischio varia a seconda della posizione del paziente: se è a letto occorre fare attenzione soprattutto a bacino, schiena (lungo la colonna vertebrale), area sacrale, scapole, piedi e gomiti. Chi è in sedia a rotelle deve tenere sotto controllo, oltre a queste stesse aree, anche la parte bassa della schiena e le gambe.

Prevenzione delle lesioni: norme igieniche

Esistono ovviamente metodi per trattare queste piaghe, tuttavia la prevenzione ha un ruolo fondamentale. Innanzitutto chi assiste il malato deve prestare attenzione a cambiamenti nell’aspetto della pelle soprattutto per quanto riguarda la colorazione (un’alternazione può indicare l’insorgere di un eritema) e la sua umidità: se appare bagnata potrebbe indicare uno stato di macerazione. Quando una piaga sta comparendo, la pelle può inoltre modificare di consistenza diventando fragile o, al contrario, indurita e gonfia. Contemporaneamente aumenta la temperatura dell’area e si possono presentare vescicole o abrasioni spesso indice di un inizio di degenerazione cutanea. Oltre a far cambiare frequentemente posizione al paziente, occorre prestare poi attenzione alla pulizia della pelle: se è secca infatti aumenta il rischio di ulcere. Meglio lavarla in modo delicato così da rispettare l'idratazione e il pH naturale: utilizziamo quindi detergenti poco schiumogeni facili da risciacquare e, in ogni caso, non frizioniamo.

CREME e disinfezione

Ma quando le piaghe si formano, che fare? Per evitare il rischio di infezioni la lesione va mantenuta sempre pulita con lavaggi a base di soluzione fisiologica e acqua salina tiepida. La detersione con disinfettanti va eseguita solo sulle lesioni infette. Non usiamo prodotti irritanti ma, se necessario, applichiamo pomate che aiutino la guarigione: ad esempio quelle contenenti principi attivi come acido ialuronico e colostro. Teniamo presente che vanno applicate in strato sottile, rimuovendo prima i residui della precedente applicazione. Antibiotici e creme antibiotiche vanno utilizzati solo su indicazione del medico. Non applichiamo invece prodotti in polvere sulla ferita: possono causare la formazione di croste. Infine ricordiamo che le ulcere più estese possono causare una perdita elevata di proteine, aumentando il fabbisogno già elevato in caso di febbre e infezioni: indispensabile quindi integrarle nell'alimentazione.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.