Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Come rimanere in forma durante le feste

Image

Molte donne, soprattutto se alla prima gravidanza, non riescono a spiegarsi la causa di alcuni fenomeni che si verificano in questo periodo o come e quando sono nati alcuni esami diagnostici che oggi si danno per scontati. Di seguito offriamo alle future mamme la possibilità di conoscere 10 “segreti” relativi alla gravidanza.

1 – Molte donne nelle prime fasi della gestazione soffrono di nausea, tecnicamente denominata iperemesi gravidica. Ma per quale motivo?  A quanto pare questo disturbo riguarderebbe solo le femmine appartenenti alla razza umana e, a tal proposito, la risposta della scienza resta ancora incerta. Un’ipotesi postulata da alcuni ricercatori lega la nausea al tentativo da parte dell’organismo materno di proteggere l’embrione da eventuali sostanze tossiche ingerite con i cibi.

2 – Nel 1965 comparve, per la prima volta nella storia, l’immagine di un feto sospeso nello spazio all’interno del suo sacco amniotico: si tratta di uno scatto davvero eccezionale per quei tempi, in quanto, fino ad allora, l’aspetto del nascituro era un vero e proprio mistero fino al parto.

3 – Precursore del sistema d’indagine diagnostico ecografico è stato il sonar. Quest’ultimo, in grado di captare l’eco degli ultrasuoni trasmessi da un corpo, veniva utilizzato per individuare i sottomarini. Grazie all’intuizione del ginecologo scozzese Ian Donald questa tecnologia cominciò a essere sfruttata per visualizzare il feto nel ventre materno. In questo modo ebbe inizio la storia dell’ecografia ostetrica.

4 – Per comprendere che tipo di interazione si instauri tra il feto e il mondo esterno sono stati condotti diversi esperimenti. Tra gli altri segnaliamo quello che ha dimostrato che esiste un filo diretto tra i cibi che la mamma assume durante la gestazione e quelli che il piccolo gradirà una volta venuto al mondo.

5 – Anche la situazione umorale della madre può influire sul benessere del nascituro. Uno studio, condotto su un gruppo di donne incinte che si sono trovate ad affrontare un disastro naturale, ha dimostrato che un livello di stress significativo nella madre può determinare un parto prematuro o un ritardo a livello motorio e/o cognitivo.   

6 – L’ostetricia è un settore professionale che da sempre è stato appannaggio delle donne. I primi ostetrici maschi si ebbero nel diciassettesimo secolo in Francia. Tuttavia affermarsi in questo campo per loro non fu semplice: basti pensare che il dottor Veit di Amburgo fu condannato al rogo per aver assistito a un parto travestito da levatrice.

7 – Nel primo decennio del diciottesimo secolo fu istituita a Bologna la prima scuola di ostetricia dal dottor Giovanni Antonio Galli. L’uomo, per favorire l’apprendimento dei propri allievi, mise a punto una macchina in grado di simulare il parto.

8 – L’ingresso dei papà in sala parto risale alla fine degli anni ’40, grazie al medico statunitense Robert Bradley. Sin da subito fu evidente che la presenza del partner della partoriente fosse in grado di ridurre l’uso dei sedativi.

9 – La nascita dei primi test di gravidanza coincise con la scoperta della gonadotropina corionica (hCG), ovvero l’ormone prodotto dall'embrione all'inizio della seconda settimana di sviluppo.

10 – Il forcipe, lo strumento ostetrico mediante il quale si procedeva all’estrazione del feto e che è costituito da due branche simili a cucchiai, fu inventato dal chirurgo-ostetrico Peter Chamberlen, nato a Londra nel 1572. 

 

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.